La pastiera di fagioli di Pasqualina Pica vince la prima Disfida della Pastiera

Domenica 25 marzo 2018 era domenica delle Palme, venti giorni prima il voto aveva provocato un sussulto  nella mondo politico, premiando massicciamente forze dette anti-sistema. Sui social si susseguivano da giorni battaglie di pollici, commenti, tag, slide, finte bufale, acide battute e analisi di panna montata. Era il caso di smetterla e proiettarsi con g(i)usto (e) spirito verso l’imminente Pasqua, così sul mio vomitatorio Facebook, sulla mia bacheca, insomma, decisi di aprire un nuovo fronte con la speranza di distogliere

Continua a leggere

Osteria Bartolini, il mare a Bologna

Se mai vi capitasse di decidere di mangiare all’osteria Bartolini a Bologna, a piazza Malpighi arrivateci a piedi da piazza Maggiore o da via Farini e poi via Barberia. Un percorso di suggestione antica sotto portici immutabili e confortanti, una pista nobile e a tratti austera che si conclude sotto la chioma, lussureggiante anche d’inverno, quando è spoglia di foglie ma veste il cielo degli intrecci inestricabili e armonici dei suoi rami, di un monumentale platano, il platano della cavallerizza.

Continua a leggere

#Vino | Il dono di Dioniso

Venerdì 9 febbraio, presso la sede di SannioWay in viale Aldo Moro, a Benevento, la delegazione di Benevento dell’Associzione Italiana Sommelier, terrà una degustazione di vini greci, condotta da Guido Invernizzi, medico a Novara e docente AIS. La serata si inserisce in un percorso culturale di approfondimento enografico, partito dalla Champagne e poi sviluppatosi tra Mosella (Germania), Sud Africa, Libano, Israele e Borgogna (Francia). Il titolo della degustazione, “il dono di Dioniso” , evoca l’antico dio greco ed è occasione

Continua a leggere

#Ristoranti | La griglia di Varrone

Chi l’ha detto che si mangia maluccio nei ristoranti lungo le strade affollate da viaggiatori disparati, camionisti, uomini trafelati in tenute formali e donne il cui scompiglio e cipiglio lascia intravvedere un ordine sovvertito da ritmi forsennati, le strade ad alta intensità di traffico commerciale, insomma? Beh, è una diffusa convinzione, al limite della suggestione alimentata dal caos e dallo smog che ammorba l’aria incombente su quegli asfalti. In molti casi è vero, talvolta no, raramente l’alta ristorazione sceglie location

Continua a leggere

Site Footer